venerdì 8 maggio 2015

"Bianchezza mezza bellezza"

La prima volta che andai in Cina era estate e rimasi molto sorpresa vedendo la gente, soprattutto le donne, andare in giro riparandosi sotto l'ombrello pur essendoci un sole meraviglioso.
In un primo momento pensai di trovarmi nei pressi di un ospedale psichiatrico, ma poi mi fu svelato l'arcano.
E' il concetto del 白富美 (in cinese "bai fu mei", che letteralmente significa "bianco, ricco/sano, bello"), secondo il quale avere la "pelle bianca" e`sinonimo di bellezza.
Il nostro proverbio "altezza mezza bellezza", qui diventerebbe "bianchezza mezza bellezza".  Eh si`, perché le donne particolarmente candide trovano anche più facilmente un uomo da sposare!
E`una caratteristica da cui non si può prescindere, perciò sono disposte a fare di tutto pur di avere la pelle bianca come il latte.
Soprattutto in Cina, più si avvicina l'estate, più si notano stranezze come ombrelli per la pioggia con un sole che spacca le pietre (ma che caldo fara`sotto quella cappa di nylon???), maniche bianche da infilare solo sulle braccia per non abbronzarle se si guida o si va in bici o motorino, guanti estivi, cappelli con lo strascico dietro perché la nuca non veda la luce del sole, visiere da extraterrestre che coprono il viso come quella che indosso nella foto a destra (carina, eh?) e poi ancora guanti, vestiti che proteggono dai raggi UV, copricapo dalle tese improbabili, creme solari protezione 1000 e chi più ne ha più ne metta. Per non parlare poi dei costumi da bagno integrali che lasciano scoperti solo gli occhi, le narici e la bocca e che a me personalmente fanno davvero paura!

foto presa da internet
Ma un'altra perversione tutta asiatica in fatto di estetica sono i prodotti cosmetici sbiancanti.
Per me, occidentale e per di più terrona, amante del mare, del sole e dell'abbronzatura presa a mo' di lucertola spiaccicata sull'asciugamano per ore in riva al mare, andare ad acquistare creme e cremine e` davvero un' impresa. Ogni cosa qui e`sbiancante: la crema da giorno per il viso, quella da notte, il latte detergente, la crema per il corpo, bagnoschiuma, sapone e tutto cio`che abbia a che fare con la pelle. Ma il deodorante sbiancante??? Ecco, questa e`una delle cose che non capiro`mai. Sbiancarmi le ascelle non e`una delle mie priorità, sinceramente.
Ma da dove viene questa mania del biancore?
La pelle bianca e`sempre stata considerata sinonimo di bellezza non solo in Cina, ma anche in Giappone e in Corea e affonda le sue radici in tempi lontani in cui la pelle scura e abbronzata era prerogativa dei ceti più poveri, dei contadini che lavoravano la terra, esposti quindi alle intemperie. Al contrario, quelli con la pelle bianca erano coloro che potevano permettersi di stare a casa, di non lavorare. Pertanto e`sempre stato uno status- symbol, l'ideale di bellezza assoluta e di ricchezza.
Mia nonna mi racconta che un tempo anche in Italia era così ed esistevano delle creme sbiancanti per il viso che schiarivano la pelle e che lei comprava dall'emporio nella piazza del paese, poiché aveva la pelle olivastra pur non andando in campagna.
Ora pero`le cose sono cambiate e da noi d'estate si trovano solo prodotti abbronzanti.
Insomma, da un eccesso, all'altro.